ACS BLOG - Davide Cocco Blog, B\Logu

SrdN Davide Cocco ...Kirkende, Agattasa...
Srdn Davide Cocco
Una Storia Antica e Sconosciuta, Una Civiltà Ignorata e Nascosta,
La Civiltà Sarda delle Antiche Madri, Janas/Hanas Fitzas de Hala, Maistras Tutrici dei Popoli, e dei loro figli...
Nuraghe, Tombe dei Giganti, Domus de Janas, Dolmen, Menhir, Cart Ruts, Pietre Scritte, i loro strumenti...
La Terra dove L'Acqua Scorre Calda e il Suono si InFrange,
Padre, Madre, Figlio, e Spirito Sardo, AMuin!
Horra Nai Flush Muin Do
Vai ai contenuti

Donne Sardo Corso Etrusche, Egitto e Alfabeto Sardo

Davide Cocco Blog, B\Logu
visto che è festa, e che un po' di tempo ce l'abbiamo, forse, proviamo ancora una volta a proporre qualche spunto di riflessione..
prima di pranzo, però, che dopo pranzo mi sa che di riflettere non ci si riesce granchè
o forse di più.. mo mi viene il dubbio..
che lo sapete che un pò di shmuin, acquavite, e una buona compagnia, stimolano favella e sciorbeddamentu, o "brainstorming", come si usa dire adesso..

cioè.. mi spiego... anzi, ripiego, che torno indietro a qualche giorno fa, quando il capace e preparato Roberto De Leo, pubblica e mi fa notare un post davvero interessante,


ci si parla di donne Etrusche, anzi Corse, cioè, Etrusche in Corsica..
donne importanti, con un corredo ricco e variegato, che sarebbe da analizzare davvero al microscopio, ma che spicca, per quel che ci piace a noi, per un piccolo e apparentemente povero #anello, subito evidenziato dal preciso e attento Alessio Pallini, con inciso un albero, dicono gli scopritori..

datata tra il 500 e il 259 aC, dicono..  

mo, non so se abbiano analizzato qualcosa al carbonio, o se la datazione sia  stata fatta per "comparazione" come si usa di solito, ma sicuramente il carbonio non era quello dell'albero dell'anello..
perchè è vero che bisogna arrampicarsi un pò, per vedere, e capire, ma non proprio su un albero, non in senso stretto, perlomeno ..

infatti, senza nemmeno tanti giri di #shmuin, e manco un pò di #vermentino per aperitivo, date un occhiata alla foto che allego..

a sinistra, scritta in #antico_alfabeto_sardo, altezza circa 3/4 metri da terra, troppi per affilare coltelli o passarci con l'aratro, #nuraghe che per ora lasciamolo li, ma è sotto gli occhi di tutti. la datazione sua, non l'ho trovata, ma facciamo finta che sia stato tirato su in quella che dicono essere "l'età nuragica" farloccamente fatta corrispondere con l'altrettanto farlocca datazione dell'età del #bronzo in Sardegna, ovvero tra il 1800 e il 900 aC.
nuraghe inserito però in un contesto datato non so con quale metodo fino al 3200 aC.
per quanto le datazioni in #Sardegna siano sempre incommensurabilmente evidentemente "cautelative", abbiamo comunque una corrispondenza certa tra scritta e nuraghe, visto che ci è appiccicata sopra..

a destra, abbiamo l'anello della donna #Etrusca.

osservate come la parte sottostante la riga sul nuraghe corrisponda alla parte sottostante  la riga sull'anello.
e come tutto ad un tratto l'albero non sembri più un albero, ma sembri evidentemente una #scritta sull'anello.

composta in parte dagli stessi caratteri presenti nella scritta sul nuraghe.
la scritta in antico alfabeto sardo sull'anello appare più "lunga" ed effettivamente è più complessa. una frase più estesa, più descrittiva.
un incisione che rispetto al resto del corredo appare un pò sottotono, più artigianale. forse più antica, forse un #anello che si tramandava da madre in figlia, un anello semplice nella fattura, per una persona che ancora badava all'essere, più che all'apparire, un anello  che racconta dell'importanza dell'unione uomo/donna, e che parrebbe assegnare attraverso questa importanza a chi lo indossa una sorta di ruolo di "custodia delle acque". come una sorta di "madre speciale"..

insieme, fra i monili, una bella rappresentazione di una "#Bifronte", che per molti sarebbe #Giano, ma a me piace di più #Jana, bifronte..



potremmo quindi pensare serenamente ad una continuità tra le antiche madri in sardegna, che si arrampicavano per affilare i coltelli a tre metri di altezza sui nuraghe,  le antiche madrie etrusche che incidevano alberi sugli anelli poveri da portarsi nella tomba, e che si facevano seppellire in #corsica, forse che erano stanche di farsi seppellire in etruria in tombe uguali a quelle sarde, piene di bronzetti sardi, ecchènoia,
un pò come i punici che morivano in punicizia epperò si facevano seppellire a Cagliari nella "necropoli #punica più grande del mediterraneo", che forse le tasse mortuarie erano meno, da queste parti, chi lo sa.. ?
uff.. prendiamo fiato..

e forse pensiamo più Logicamente che le stesse madri Sarde, operassero dalla Sardegna sia in Punicizia, che in Egizia, che in Sumeria, che in Feniciotteria, che in Corsica, che in Etruschia, Norrenia e pure altrove, e che oltre a simboli, usanze, tradizioni, costruzioni, ecchìpiùnehapiùnnemmetta, ancor più semplicemente, si portavano dietro la lingua, parlata e scritta migliaia di anni prima del cosiddetto "indoeuropeo", la lingua della Terra delle Torri di B Abba y El, le torri di #babbayel, #babele la lingua Sarda, e la #Scrittura_Sarda, da cui discendono tutte le lingue attualmente conosciute?
vabbè.. confesso.. un caffè l'ho bevuto.. ma giuro che non era corretto ..!

e a proposito di #egitto proviamo a fare una considerazione, a stomaco vuoto..
che ci facevano i Sardi in Corsica,
sicuramente già prima, del 500 aC, che #ossidiana sarda ne hanno trovato del 7700aC, in corsica perlappunto..?
e che c'entra la corsica con l'egitto, mo ...?

ok. premessa.
si, vabbè... una premessa a metà strada, non è proprio premessa, ma concedetemi una licenza un po'etica..

quindi..

sinteticamente...

in Sardegna si sono trovati innumerevoli reperti "egizi"


in Egitto veniva assegnata una scorta sarda al faraone


al tempo della scorta sarda, si costruivano in egitto statue in #diorite


in egitto, diorite, non ce n'è, mentre secondo i commenti di  Patrizia Spiga e Marisa Diana, parrebbe che il posto più vicino  all'egitto, ove si trovi la diorite, altrimenti detta #Corsite, sia la #Corsica.

#Corsica ove gli "#Egizi" parrebbero non essere mai stati, mentre i Sardi, già esperti navigatori almeno dal 4400 aC, la bazzicavano da qualche paio di migliaia di anni prima che egitto fosse nominato..

adesso riiniziamo a leggere da capo, e ci appare che capiamo cosa ci faceva un antica madre Sarda in corsica... che poi la si voglia chiamare sarda, etrusca, egiziana o corsa.. poca differenza, ci fa, a questo punto, che iniziamo a capire come queste che oggi sono popoli e nazioni, fossero tutte denominazioni topografiche sarde, alla fin dei conti...
scherzo dai.. non dovete leggere per forza daccapo, non sono così sadico..

mo però è ora di pranzo.. sono a stomaco vuoto, ho fame, e un sacco di cose da fare..
se siete arrivati fin qui, vuol dire che ospiti a pranzo non ne avete, e  vi lascio a tirare le somme, che quando si parla di Sardegna antica 2+2 fa sempre dei numeri interessanti, qualche volta, anche 4..

come i mori, che non erano mori..

io vado, voi, se volete, come sempre, potete

click innoi for gallery
________________

"condividere libera mente"

#Janas, #Sardinia..
"Quello che per gli altri popoli è #mito, per i #Sardi è #Storia. Scritta

cc by-nc-nd-4.0, creative common non commerciale, marca depositata davide cocco, condivisione libera.
----



Torna ai contenuti